Paola Visone

Fotografo
Get In Touch

[foogallery id=”506″]

1)Come ti sei avvicinata alla fotografia?: Fin da piccola avevo questa passione ed un giorno decisi che doveva diventare il mio lavoro, il mio modo di esprimermi in poche parole la mia ragione di vita.
2)Raccontaci il tuo percorso da fotografo. Sei un’ autodidatta oppure hai seguito dei corsi o frequentato delle scuole?: Inizialmente si, sono stata un autodidatta. Dopo un pò sentii l’esigenza di confrontarmi con qualcuno che potesse trasmettermi quel “qualcosa in più” che da soli non si riesce ad apprendere. Ho seguito un corso di tre mesi alla D77 con dei fotogiornalisti professionisti.
3)Le prime sconfitte o delusioni. Ne hai avute? Se si, in quale momento della tua carriera sono arrivate?: Ovviamente si nel percoso iniziale, fanno parte del gioco sfruttamento/gavetta ma l’arte di vincere la si impara nelle sconfitte Simón Bolívar.
4)Le soddisfazioni che ti sei tolto. (Un’ po di auto celebrazione non fa mai male!): L’iscrizione all’albo dei giornalisti pubblicisti, la mia prima mostra, le mie foto che girano per il web ce ne sarebbero alrte però non amo autocelebrarmi… perchè chi si loda si imbroda.
5)Quali sono, a tuo avviso, le problematiche del tuo settore/nicchia di riferimento? Che soluzioni proporresti per migliorare la situazione?: La prostituzione cioè il vendersi a chiunque e a costo zero per cinque minuti di gloria. Come soluzione proporrei un regolamento fatto da tutti i fotografi e amatori per ovviare a questo fenomeno.
6)Canon o Nikon? Qual è la tua fida compagna di scatto? Dicci la tua!: I’m a Nikonist tutta la vita.
7)Un consiglio alle nuove leve e a tutti quelli che si vogliono avvicinare alla fotografia.: A mio modesto parere la fotografia è come un viaggio quindi siate curiosi di scoprire sempre cose nuove, di sfidare i vostri limiti, assaporate ogni vostro scatto siate sensibili rispetto al soggetto e a quello che vi circonda ed in fine un bel pò di umiltà non guasta mai.
8)Cos’è “Snap!” per te ?: Una nuova avventura